Carrello

Guelfo MagriniBrunellopolis
Brunellopolis significa letteralmente cittadinanza del Brunello, intendendo con ciò l’insieme di tutte le forze materiali e immateriali che interessano la produzione, la promozione e la commercializzazione di questa prestigiosa Docg. Una definizione che in sé non avrebbe nulla di negativo, ma che usata in frangenti d’interesse giudiziario, facendola derivare direttamente dalla nota Tangentopoli, vorrebbe significare il torbido che a volte si deposita anche nei mosti spumeggianti di questo vino, mito dell’impeccabilità dell’enologia italiana.
In questa rassegna stampa, anomala e ragionata per definizione, si racconta della vicenda giudiziaria che ha interessato, a livello di marchio e d’immagine, il Brunello di Montalcino. Voci famose, testate ufficiali, ancor più quelle indipendenti protagoniste di un mediatico gioco delle parti fotografato con precisione da chi come l’autore la vicenda l’ha vissuta da dentro e ha cercato di ricomporre il quadro con lucidità, raccogliendo tanti pixel per poi donare un ritratto integrale, «la foto che da fuori, hanno scattato a tutti noi che siamo qui, talvolta ignari della nostra condizione» secondo le parole di Carlo Vittori, produttore di Brunello che ha ispirato questo lavoro.

Ricettari e libri per fare ed apprezzare bevande e cibi tipici italiani (e non solo), ma anche un assaggio di cucina naturale. Ampia bibliografia per vino e grappa.
Recensioni
  • Ancora nessuna recensione per questo titolo. Hai letto questo libro? Scrivi tu la prima.

  • la tua recensione

    In offerta