Carrello

a cura di Agnieszka KossowskaIl quaderno di calligrafia Cancelleresca
Intorno al 1420 il noto calligrafo italiano Niccolò Niccoli ideò una forma di scrittura "corsiva", inclinata leggermente verso destra e angolata.

Questa grafia diventò la base della scrittura italica. Una versione di questa grafia, considerata adatta ai documenti ufficiali, venne adottata negli ambienti pontifici
e chiamata Cancelleresca.

Essa conferiva un senso di grande eleganza, ma anche di maggior confidenzialità.

La cancelleria pontificia
inviava le lettere in questo stile a vescovi e regnanti, tanto che divenne il tipico "stile regale".

La Cancelleresca divenne presto molto popolare in Europa per la sua eleganza, velocità di scrittura e facilità di lettura.
Fumetti e grafica sotterranea (ma non solo).
Recensioni
  • Ancora nessuna recensione per questo titolo. Hai letto questo libro? Scrivi tu la prima.

  • la tua recensione

    In offerta

    32840102