Carrello

Marco AccortiGiotto Ulivi, prete e apicoltore

Mente tra le più fervide nel pur variegato ambiente dell’apicoltura italiana (e anche più in là), Marco Accorti quando ci ha lasciati nel 2012 stava lavorando a una delle sue
indagini storiche, celebri per l’accuratezza e la loro insolita capacità di illuminare, con immediatezza e ironia, aspetti solo apparentemente secondari della storia culturale del nostro paese.

Gli scritti qui presentati per la prima volta riportano alla nostra attenzione un personaggio dell’apicoltura italiana ottocentesca ora quasi del tutto dimenticato, il mugellano Giotto Ulivi, prete e apicoltore, ma soprattutto toscanaccio e polemista, sempre pronto a impugnare la penna per lanciarsi in diatribe internazionali sulla partenogenesi, la riproduzione e altri aspetti della biologia apistica, che in quegli anni stava gettando le basi dell’apicoltura moderna e su vasta scala, proprio quella stessa che oggi sta attraversando una crisi epocale.

La passione di Accorti per l’indagine, come raccontano le testimonianze qui raccolte di amici e colleghi, partiva da un particolare apistico - il campo cui aveva dedicato la sua
vita di ricercatore - e si sviluppavano in una ricerca interminabile, a tutto campo, dove sempre prendeva il sopravvento la sua indomabile passione per la vita dell’Uomo.
Questi volumi seguono una rigorosa correttezza tecnico-scientifica e una esposizione semplice con molte illustrazioni a colori. Testi sia per hobbysti sia per professionisti. Ampia scelta per l'agricoltura biologica e biodinamica.
Recensioni
  • Ancora nessuna recensione per questo titolo. Hai letto questo libro? Scrivi tu la prima.

  • la tua recensione

    In offerta