Carrello

Vito BianchiGengis Khan. Il principe dei nomadi
E la storia di Gengis Khan: un nomade, un mongolo che seppe aggregare le tribł sparpagliate per le lande asiatiche, e tradurne in formidabile forza d'urto abitudini e abilitą secolari. Trasformando pastori e cacciatori in un'orda di guerrieri invincibili, Gengis Khan fonderą un impero esteso in tre quarti di secolo dall'Oceano Pacifico fin quasi al Mediterraneo e dalla Siberia all'Himalaya. Forti di un esercito immenso, preceduti da una fama atroce e leggendaria, i Mongoli sconvolgeranno buona parte dell'Europa cristiana. Ma saranno anche capaci di insediare a Pechino una dinastia ammirata per il suo splendore e di imporre quella pax mongolica che schiuderą all'uomo medievale nuove opportunitą di esperienze e relazioni.
Letteratura di qualitą contro il conformismo, l'omologazione e la prepotenza dei grossi. Queste parole di Marcello Baraghini ben rappresentano il tipo di letteratura che vogliamo proporre.
Recensioni
  • Ancora nessuna recensione per questo titolo. Hai letto questo libro? Scrivi tu la prima.

  • la tua recensione

    In offerta