Carrello

AA.VVVecchie varietà piante da frutto e viti

A tredici anni di distanza – la prima edizione di questa Guida risale all’ottobre del 1993 – ci rituffiamo nel passato alla riscoperta di varietà di piante da frutto e di vite scomparse, o quasi, dai nostri campi.

Si tratta di piante che «affondano le radici» in un passato più o meno lontano e che sono state abbandonate per lasciar posto alle varietà «moderne» i cui frutti, per rispondere alle nuove esigenze del mercato, sono più belli a vedersi e resistenti ai trasporti e alle manipolazioni, ma non sempre più buoni.


Oggi sono molti gli appassionati che ricercano vecchie varietà da coltivare nei frutteti familiari; a loro questa Guida vuole essere di aiuto illustrando le caratteristiche di molte di queste varietà quasi scomparse, alcune antiche altre un po’ più recenti, ma tutte caratterizzate da sapori e profumi variegati e particolari, quelli della «frutta di una volta», neanche lontanamente paragonabili a quelli standardizzati della frutta moderna.


Abbiamo privilegiato nella scelta le varietà un tempo più diffuse, tuttora reperibili presso alcuni vivai (vedi indirizzario a pag. 34); tuttavia, in ogni Regione e in ogni Provincia del nostro Paese sono presenti piante di moltissime varietà antiche, conosciute solo localmente da tempi remoti, che non si dovrebbe lasciar scomparire.

La Natura le aveva selezionate per adattabilità, rusticità, resistenza alle malattie; i nostri vecchi contadini le coltivavano ai margini dei campi, tra le viti maritate e nei broli adiacenti alle corti di campagna, per poter gustare il sapore particolare dei loro frutti e per la loro serbevolezza.
Questi volumi seguono una rigorosa correttezza tecnico scientifica e una esposizione semplice con molte illustrazioni a colori. Testi sia per hobbysti sia per professionisti. Ampia scelta per l'agricoltura biologica e biodinamica.
Recensioni
  • Ancora nessuna recensione per questo titolo. Hai letto questo libro? Scrivi tu la prima.

  • la tua recensione

    In offerta