Carrello

Gerd HeuschmannIl dito nella piaga
  • equitazione
  • Editore: Equitare srl
  • Lingua: Italiano
  • Formato:cm 17 x 24
  • Pagine: 144

TITOLO MOMENTANEAMENTE NON DISPONIBILE
LASCIA LA TUA E-MAIL PER RICEVERE UN AVVISO APPENA SARA' REINSERITO.

"La preparazione di un cavallo ha l'obiettivo di migliorare le prestazioni, la bellezza estetica e la salute di questa creatura meravigliosa.

Perché è così difficile raggiungere questo obiettivo?"



Questo è l'interrogativo che si è posto Gerd Heuschmann, medico veterinario da oltre vent'anni.

La sua esperienza professionale e la sua pratica di cavaliere lo hanno convinto che "per malinteso orgoglio o semplicemente per ignoranza, cavalli anche giovani vengono costretti in posture che possono danneggiare fortemente la loro salute".

Si sta dunque battendo perché le pratiche scorrette vengano abolite nel più breve tempo possibile e si ritorni a educare e montare il cavallo in base ai principi dell'equitazione classica.


In questo libro fornisce risposte e offre argomentazioni riguardo a ciò che è "sbagliato" e "giusto" in equitazione.

Spiega su quali argomenti poggia la sua critica e perché metodi scorretti nell'insegnamento dell'equitazione abbiano conseguenze gravi sulla salute del cavallo.

Analizza le categorie di persone legate al mondo equestre e le responsabilità di ciascuna di esse: cavalieri, allevatori, giudici, pubblico, addestratori e allenatori, associazioni di allevatori e sportive. Introduce le nozioni fondamentali di anatomia e fisiologia, necessarie per comprendere quali siano i movimenti corretti per il cavallo e per il suo addestramento fisiologico.


Il dito nella piaga, dal titolo volutamente provocatorio, ha l'obiettivo di scuotere le coscienze di tutti i cavalieri
Questi volumi seguono una rigorosa correttezza tecnico-scientifica e una esposizione semplice con molte illustrazioni a colori. Testi sia per hobbysti sia per professionisti.
Recensioni
  • Ancora nessuna recensione per questo titolo. Hai letto questo libro? Scrivi tu la prima.

  • la tua recensione