Carrello

Rete Bioregionale italianaLato Selvatico N░ 41
La Rete Bioregionale Italiana, nata nella primavera del 1996,Ŕ un insieme di gruppi, associazioni, comunitÓ e singole persone che condividono l'idea bioregionale e in prima persona, nel proprio luogo, si danno da fare per praticarla. áLa Rete Ŕ un "terreno comune" per condividere idee, informazioni, esperienze, progetti ma anche emozioni, al fine di sviluppare forme e pratiche - culturali, sociali, spirituali, politiche ed economiche - appropriate di vita in armonia con il proprio luogo, la propria bioregione, le altre bioregioni e lÝintera terra. áLa Rete Ŕ ispirata dal concetto di bioregione, aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dai viventi che le abitano. Una bioregione Ŕ un insieme di relazioni in cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della pi¨ ampia comunitÓ naturale che ne definisce la vita.á

In questo numero: Ri-abitare a mezza costa tra lago e monte, intervista a Oscar Simonetti - Sei in ascolto quando la natura ti parla? di Nancy Wisser - Cornacchia di Etain Addey - 2░ incontro di Sentiero Bioregionale, resoconto di Carlo Salmoiraghi e Valerio Di Fonzio - Riabitare la realtÓ - come ebbe inizio.....di Etain Addey - Danza O'odhan (poesia) di Ofelia Zepeda - La bioregione come terreno comune , intervista a Giuseppe Moretti a cura di Daniel Tarozzi - Caro amico Po, tu fiume (poesia) di Gary Lawless.
riviste di varia umanitÓ
Recensioni
  • Ancora nessuna recensione per questo titolo. Hai letto questo libro? Scrivi tu la prima.

  • la tua recensione

    In offerta