Carrello

Antonin ArtaudLa vera storia di Gesù Cristo
  • letteratura
  • Editore: Nautilus
  • Lingua: Italiano
  • Formato:cm 10 x 15,5
  • Pagine: 32
Antonin Artaud si era messo in testa di scrivere la Vera Storia di Gesù Cristo nell'agosto del 1947 . I testi "preparatori", scritti , si presume , di getto e con rabbia iconoclasta , non divennero mai un testo definitivo e compiuto .
L'apparente delirio cui si abbandona Artaud non è solo frutto di una volontà rivoltosa contro tutte le tradizioni e le convinzioni che viveva nel suo presente , ma anche il prodotto di una lucida ambizione di rovesciare , in termini sbeffeggianti , alcuni elementi storico-semantici . E' noto che "cristo", dal greco Kristo's , significa "unto". Secondo la tradizione , gli eletti venivano definiti "unti". Il mito cristologico si radica , quindi , in una tradizione precedente e di essa si alimenta per sostenere la divinità di Gesù , la sua predestinazione . Artaud rovescia questa interpretazione pseudostoriografica e semantica . La beffa giunge al massimo quando Artaud parla della più "untuosa storia di culattone": il senso di "unto" viene stravolto , rovesciato . Ma non si pensi ad un qualche atteggiamento moralistico di Artaud verso la sodomia o la coprofilia . Non è certo nel suo stile nè nel suo pensiero . Il gusto sommo è quello di ribaltare la morale cristiana corrente , colpire la mistificazione mitologico -ecclesiastica più che non la divinità in quanto tale , cui Artaud ha sempre dato una dimensione differente , legata all'eccesso umano e ad una sorta di mistica pagana o panteistica .
Letteratura di qualità contro il conformismo, l'omologazione e la prepotenza dei grossi. Queste parole di Marcello Baraghini ben rappresentano il tipo di letteratura che vogliamo proporre.
Recensioni
  • Ancora nessuna recensione per questo titolo. Hai letto questo libro? Scrivi tu la prima.

  • la tua recensione